Skip to content

FVG – Così cambieranno i servizi per gli anziani

Come cambieranno i servizi per gli anziani in Friuli Venezia Giulia? Le prime indicazioni arrivano con queste due delibere della giunta regionale (clicca qui per la 126 e la 154)  che dettano rispettivamente gli indirizzi per la riorganizzazione del sistema di servizi per gli anziani a favore della domiciliarità e i nuovi standard per l’autorizzazione al funzionamento delle strutture esistenti.

 

Diverse le innovazioni soprattutto per la creazione di una rete integrata di prestazioni sociosanitarie che sostenga l’anziano dalla domiciliarità alla residenzialità: 

In sintesi: 1) una rete di risorse e interventi per le famiglie che si prendono cura di una "persona fragile" 2) sviluppo dei centri diurni 3) potenziamento della "funzione sollievo" delle residenze sanitarie assistite 4) strategie per l’"abitare possibile"  5) programmi innovativi di sostegno alle famiglie 6) sostegno finanziario alla sperimentazione di queste innovazioni 7) sviluppo di una rete residenziale delle case per anziani e ridefinizione degli standard strutturali e di personale.

Il piano di intervento fedele a queste linee guida dovrà essere elaborato entro 180 giorni dalla delibera a cura della Direzione centrale salute e protezione sociale della Regione FVG.

In vista di questo intervento la Direzione realizzerà un dossier approfondito su tutte le strutture residenziali per anziani della regione, divise per Ass.

 

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Toscana – Coordinamento Pollicino su infanzia, adolescenza e famiglia

Una delle buone pratiche di coordinamento tra enti che si occupano di minori che Uneba propone – con
Leggi di più

La Chiesa di Napoli invita Uneba a essere “protagonista del bene” con bambini e ragazzi

L’arcivescovo mons.Vincenzo Pelvi ha celebrato nella chiesa di San Carlo Borromeo al centro direzionale di Napoli la messa
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care