Skip to content

Esperti Uneba – Quali enti sono obbligati a presentare il Modello Eas entro lunedì 2 aprile?

Le associazioni che entro il 31 marzo 2012 hanno modificato alcune tipologie di dati inseriti nel precedente Modello Eas devono presentarlo nuovamente.

La modifica va comunicata entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui si è verificata la modifica dei dati. Ma siccome il 31 marzo 2012 è sabato, la scadenza slitta a lunedì 2 aprile.

*Il modello non va ripresentato :

1-nel caso in cui la modifica riguardi dati già oggetto di altre comunicazioni ed in possesso dell’Amministrazione Finanziaria (come variazioni del legale rappresentante, della denominazione o della sede legale dell’associazione, comunicate con l’apposito modello all’Agenzia delle Entrate).

2- se le modifiche riguardano solo questi punti del Modello Eas:

  • 20: il solo ammontare dei proventi per attività di sponsorizzazione o pubblicità percepiti occasionalmente o abitualmente;

  • 21: costo sostenuto per messaggi pubblicitari;

  • 23: ammontare delle entrate;

  • 24: numero dei soci e/o associati dell’associazione;

  • 30: ammontare delle erogazioni liberali ricevute;

  • 31: ammontare dei contributi ricevuti;

  • 33: numero e giorni per l’organizzazione di manifestazioni di raccolta fondi.

*Sono esonerate dall’obbligo di inviare il Modello Eas:

1 – le associazioni di volontariato regolarmente iscritte ai registri del volontariato di cui alla legge 266/91 che svolgono solo attività istituzionali oppure che, svolgendo attività commerciali e produttive, realizzano solo quelle marginali individuate dal decreto Ministro delle Finanze del 25 maggio 1995;

2 – le associazioni pro-loco che hanno optato per il regime previsto dalla legge 398/91;

3 – le associazioni sportive dilettantistiche (Asd) in possesso dell’iscrizione al Registro Telematico delle Associazioni Sportive rilasciato dal Coni con certificato in corso di validità e non svolgenti attività commerciale, né decommercializzata;

4 – le associazioni onlus di opzione, cioè quelle che hanno ottenuto la qualifica di Onlus attraverso l’iter di cui al decreto ministeriale 266/03 e la presentazione dell’istanza alla Direzione Regionale delle Entrate;

5 – le associazioni non governative (Ong) riconosciute idonee ex legge 49/87.

Come di consueto il Modello Eas deve essere presentato esclusivamente in via telematica (direttamente da parte dell’ente associativo, se ha accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, o avvalendosi di un intermediario abilitato come caf e commercialisti) e compilato in ogni sua parte, indicando anche i dati non variati.

Donatello Ferrari

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disagio minorile, sfide educative e buone pratiche nazionali – Convegno Uneba a Napoli

Due giorni per parlare del disagio minorile e delle fatiche di bambini, ragazzi, giovani. Per raccogliere riflessioni su
Leggi di più

Musica per l’autismo: la Calicanto Band (Uneba Fvg) a In&Aut

La band di musica integrata La Calicanto Band dell’associato Uneba Friuli Venezia Giulia Asd Calicanto è stata protagonista
Leggi di più

Samaritanus Care, infermieri dall’estero per Uneba e Aris – Video

Venerdì 17 alle 12 a Palazzo Grazioli a Roma conferenza stampa di presentazione di  Samaritanus Care, progetto per l’inserimento
Leggi di più

Il futuro e i bilanci delle Rsa: convegno dell’Osservatorio

“Rsa: perché sono indispensabili e insostituibili”. Lo spiegherà il convegno dell’Osservatorio settoriale sulle Rsa di martedì 28 a
Leggi di più

Territorio e tecnologia: il futuro delle Rsa secondo Uneba

Il futuro delle Rsa e dei centri servizi per anziani sta nel mettere le loro competenze e tecnologie
Leggi di più

Uneba: la persona al centro delle relazioni di cura

Il futuro nel settore sociosanitario di ispirazione cristiana: la Persona al centro delle relazioni di cura è la relazione
Leggi di più

Emendamento Giorgetti Superbonus, Uneba: più fondi per il Terzo Settore

Emendamento Giorgetti sul Superbonus, i 100 milioni previsti sono un aiuto piccolissimo per le decine di migliaia di
Leggi di più

Minori – Convegno Uneba a Napoli il 14 e 15 giugno 2024

“Il futuro delle giovani generazioni – Le sfide nel lavoro educativo e di cura” è il titolo del
Leggi di più

Sponsor