Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, in risposta ad un quesito, lo scorso 26 ottobre ha dato un chiarimento sulle spese che possono essere oggetto dei fondi ottenuti con il 5 per mille. In particolare, le spese ammissibili, e quindi inseribili nel rendiconto, sono quelle sostenute dalla data di pubblicazione dell’elenco che riporta le somme ripartite a ciascun ente destinatario. Per il primo 5 per mille da rendicontare, ossia il 5 per mille 2008 relativo ai redditi 2007, possono essere rendicontate le spese sostenute a partire dal 18 marzo 2010, data di pubblicazione dell’elenco. Non conta, per la rendicontazione, la data in cui gli enti hanno effettivamente ricevuto somme spettanti.

Donatello Ferrari