Per la Tasi stesse esenzioni dell’Imu per le attività “non commerciali”.

Come evidenzia Vita, il decreto legge 16/2014 “Salva Roma” prevede, tra le esenzioni alla Tasi (tassa comunale sui servizi indivisibili), quella per gli immobili destinati esclusivamente allo svolgimento, con modalità non commerciali, di attività previdenziali, assistenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.

Questa esenzione non era prevista nella Legge di Stabilità. Bisogna però attendere la conversione in legge del decreto per avere certezza dell’agevolazione.