Sul tema della carenza estrema di infemieri nelle Rsa e nelle strutture sociosanitarie, che Uneba, a livello nazionale e con le azioni delle federazioni regionali, segnala da mesi, ecco la risposta della Regione Toscana.

Si tratta dell’ordinanza del presidente della Regione Toscana Eugenio Ciani “Indirizzi alle aziende Usl per garantire all’interno delle Rsa le prestazioni infemieristiche in caso di carenza di personale”

L’ordinanza chiede alle Rsa in carenza di infermieri “di segnalare alla Zona distretto/Società della Salute e all’Azienda UU.SS.LL. territorialmente competente l’impossibilità del rispetto dei parametri previsti dal Regolamento 2/R 2018″ e di conseguenza alle Ulss di “garantire la copertura delle prestazioni infermieristiche secondo le carenze riscontrate e previa sottoscrizione di apposita convenzione (….) e prevedere che il costo delle ore di effettivo impegno di detto personale sarà successivamente fatturato dall’ Azienda USL al gestore”.

Emergenza infermieri in Rsa, l’impegno di Uneba e le risposte della politica: