Domenica 31 maggio 2015 si svolgeranno le elezioni amministrative in circa mille comuni di cui 18 capoluoghi di provincia e le elezioni per scegliere i presidenti di sette regioni: Campania – Liguria – Veneto – Puglia – Toscana – Umbria – Marche. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per domenica 14 giugno 2015.

Calendario delle operazioni

Operazioni preliminari:i seggi si apriranno nel pomeriggio di sabato 30 maggio.

Operazioni elettorali: le votazioni si svolgeranno dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 31maggio 2015.

Disciplina dei permessi

Riferimenti legislativi: Art. 11 legge  53/1990 integrato dall’art 12 legge 69/1992.

Avranno diritto ai permessi i dipendenti chiamati ad adempiere alle funzioni elettorali di:

  • Presidente di seggio
  • Segretario
  • Scrutatore
  • Rappresentante di lista

 

I suddetti avranno diritto ad assentarsi dal lavoro per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni.

Per le giornate lavorative cadenti in tale periodo, i dipendenti avranno diritto a fruire del medesimo trattamento economico e normativo che sarebbe spettato in caso di effettiva prestazione. Il caso si riferisce, normalmente, al lunedì ed al sabato per gli Enti con orario di lavoro articolato su 6 giorni alla settimana.

Le giornate festive o non lavorative andranno retribuite con altrettante quote della retribuzione normale (pari cioè ad una giornata di retribuzione) ovvero con riposo compensativo: è il caso del sabato, per le aziende con orario di lavoro distribuito sui primi 5 giorni della settimana, e della domenica.

Nessuna maggiorazione è dovuta in aggiunta alla normale retribuzione giornaliera, poiché i dipendenti, per la prestazione effettuata nel seggio, percepiranno anche il compenso stabilito per legge.

I rappresentanti di lista, anche non percependo il predetto compenso, non avranno diritto a maggiorazioni.

Casi particolari

In assenza di specifiche indicazioni di legge, la scelta tra retribuzione o riposo compensativo relativamente alle giornate non lavorative compete alle Amministrazioni degli Enti, sulla base delle esigenze dell’organizzazione del lavoro (in particolare con riferimento alla data di fruizione del riposo compensativo, che dovrà tener conto delle esigenze tecnico – produttive -organizzative). In caso di ininfluenza, la scelta potrà essere concordata con il lavoratore, ed il riposo compensativo, qualora non monetizzato, potrà confluire in Banca-ore.

Tuttavia, qualora la giornata festiva o non lavorativa coincida con il riposo settimanale,la monetizzazione non sarà possibile ed il dipendente avrà diritto al godimento del riposo compensativo entro i successivi 7 giorni.

Ove le operazioni elettorali si protraggano oltre le ore 24 di domenica 31 maggio, indipendentemente dalla durata della protrazione, il trattamento dovuto per il lunedì sarà quello di una giornata di assenza dal lavoro, equiparabile, a tutti gli effetti, ad un giorno di attività lavorativa.

Documentazione

Per fruire dei permessi elettorali i lavoratori chiamati ad adempiere a funzioni elettorali dovranno presentare al proprio datore di lavoro:

  • copia del certificato di chiamata al seggio
  • attestato firmato dal presidente del seggio con l’indicazione delle giornate di presenza e dell’orario di chiusura delle operazioni.

 

Per il presidente di seggio, la certificazione dovrà essere vistata dal Vice Presidente.

Per i rappresentanti di lista, il certificato, redatto dal presidente di seggio, deve attestare l’esecuzione dell’incarico ricevuto dalla lista e l’orario di presentazione al seggio e quello conclusivo delle operazioni di spoglio dell’ultimo giorno.

Permessi per esercitare il diritto di voto

Relativamente ad eventuali i dipendenti che abbiano residenza in Comuni diversi dalla sede di lavoro e che richiedano permessi per poter esercitare il diritto di voto, fermo restando che nessun particolare trattamento retributivo è contrattualmente e legalmente dovuto, gli Enti – compatibilmente con le esigenze di servizio – potranno imputare tali permessi in conto ferie, Rol, Banca-ore (crediti orari maturati o maturandi).