Skip to content

E se il dipendente ha fatto un danno?

Spesso arrivano a info@uneba.org richieste di chiarimenti da parte degli enti associati, alle quali cerchiamo di rispondere nella maniera più efficace possibile.

Ad esempio, un ente ci ha chiesto "se e in che modo il datore di lavoro si può rivalere nei confronti del dipendente che ha recato danni all’attrezzatura dell’azienda".

Questa la risposta ufficiale di Uneba.

"Riteniamo possibile per il datore di lavoro recuperare l’equivalente di danni alle attrezzature causati da un dipendente, operando ritenute dalla retribuzione, limitatamente a max. un quinto della retribuzione netta in pagamento per ogni prelievo.

Quanto sopra, solo a condizione che i danni siano attribuibili a negligenza, imperizia o inosservanza delle disposizioni di servizio.

Pertanto è necessario che il recupero avvenga sempre collateralmente ed a conclusione di un iter disciplinare specifico (contestazione, termine a difesa, applicazione della sanzione) nel rispetto dell’art.7 della legge 300/70 (Statuto dei lavoratori) e dell’art.71 vigente CCNL.

E’ da escludere il prelievo qualora dalla procedura disciplinare dovessero emergere ipotesi di caso fortuito o forza maggiore, anche in forma dubitativa".

Molti altri quesiti con risposta relativi a comuni problemi che possono capitare nella vita quotidiana degli enti Uneba si trovano nella parte riservata di www.uneba.org, accessibile solo ai soci Uneba in regola con il pagamento delle quote. Qui per saperne di più.

 

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Papa Francesco: non abbandonate gli anziani!

“Nella vecchiaia non abbandonarmi” è il tema della IV Giornata mondiale dei nonni e degli anziani che la
Leggi di più

Master per manager del sociosanitario con Uneba Veneto e Univr

Master di primo livello in management dei servizi sociosanitari di Università di Verona e Uneba Veneto: al via
Leggi di più

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care