E’ morto domenica 13 marzo, all’età di 78 anni, il professor Angelo Ferro, presidente del consiglio di gestione di Fondazione Opera Immacolata Concezione, ente associato Uneba Veneto ed una delle più grandi onlus europee.

Fu proprio Ferro a dare vita alla Fondazione Oic assieme a don Antonio Varotto Nella Maria Berto.

Come riporta il Corriere del Veneto, la camera ardente sarà aperta dalle 9 alle 19 al Civitas Vitae fino ai funerali, che saranno mercoledì 16 alle 15 nel Duomo di Padova.

Ferro è stato anche professore universitario nella facoltà di economia dell’Università di Verona ed imprenditore ricoprend molti incarichi di responsabilità in aziende, banche, assicurazioni.

Ricordiamo Ferro anche attraverso questa sua riflessione pubblicata sul sito Oic, che delinea la mission e la cultura dell’opera.

“L’età non è data dall’anagrafe; la giovinezza e la vecchiaia non sono fasce numeriche di anni, scansioni temporali che si succedono deterministicamente. L’autonomia personale non si incarna nell’integrità sensoriale e motoria degli organi del corpo ma nell’intensità dell’intelligenza e del cuore.

La giovinezza è uno stato della mente, è la tempra della volontà, è una qualità dell’immaginazione, il vigore delle emozioni, la predominanza del coraggio sulla timidezza, del desiderio di avventura sull’ apatia. Nessuno invecchia solo per il fatto di aver trascorso una certa quantità di stagioni: l’uomo invecchia perché ha disertato i suoi ideali.

 

 Preoccupazioni, diffidenze, chiusure in se stessi, paura, disperazione: questi sono i lunghi anni che fanno piegare il capo e inceneriscono lo spirito. Siano settanta o venti, vi può essere in ogni cuore l’amore per lo stupendo, la dolce meraviglia delle stelle, la lucentezza delle cose e dei pensieri, la coraggiosa sfida degli eventi, l’immancabile infantile curiosità, la gioia di vivere.

 

“Tu sei giovane come la Tua fede e vecchio quanto il Tuo dubbio; giovane come la confidenza in Te stesso e vecchio quanto le Tue ansie; giovane come le Tue speranze e vecchio quanto il Tuo abbandono”. Dipende dall’animo, dal cuore. Fin quando il Tuo cuore, il Tuo animo ricevono messaggi di bellezza, di gioia, di vita, sia dall’ambiente, sia dall’uomo, sia dall’infinito… Tu sarai giovane”

 

Questa è la missione dell’Opera Immacolata Concezione, la cultura che ci ispira, l’obiettivo dei nostri Fondatori, l’impiego delle centinaia e centinaia di operatori e volontari verso le migliaia di ospiti di oggi e di domani: promuovere, quaggiù, messaggi di bellezza, di gioia, di serenità nelle relazioni della longevità e della non autosufficienza, per poterci poi ritrovare per sempre, lassù, con Chi ci ha donato la vita“.