sponsor uneba sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Contratto unico, Istat, residui 2012, budget 2013: Uneba, enti e associazioni datoriali del sociosanitario a confronto con Regione Liguria e Asl

Mercoledì 20 marzo Uneba Liguria, con il presidente regionale Giuseppe Grigoni ed il presidente di Uneba Savona Albino Accame ha partecipato a Genova, presso la sede regionale di Liguria Ricerche, all’incontro tra direzioni generali delle Asl, associazioni datoriali ed enti gestori per il settore sociosanitario, con la partecipazione dell’assessore regionale alle politiche sociali Lorena Rambaudi e dei dirigenti Francesco Quaglia e Franco Bonanni.

“Nel corso del precedente incontro del 5 marzo – spiega Accame di Uneba Savona nella sua relazione – , la Regione aveva assegnato il compito alle singole Asl di presentare l’andamento economico, suddiviso per i comparti Anziani, Disabilità, Dipendenze e Psichiatria, per le ultime tre annualità, 2010, 2011 e 2012.

La Regione ha presentato ai partecipanti all’incontro una scheda di sintesi, utile base per un successivo confronto ai tavoli tecnici regionali e tra le singole Asl e gli enti gestori.

L’assessore Rambaudi ha da subito ribadito la difficoltà economica in cui versa il settore sanitario e socio-sanitario e confermato la necessità di razionalizzare risorse nel corso del 2013 per risparmiare ulteriori 150 milioni di euro.

Ha altresì ribadito l’impegno a non aggravare ulteriormente il settore sociosanitario, aprendo alla disponibilità di mantenere per il 2013 il volume di spesa pari al fatturato del 2012. Sul punto gli enti gestori hanno congiuntamente ribadito la necessità del riconoscimento dell’adeguamento Istat.

Le associazioni datoriali, facendo riferimento ad un loro recente incontro regionale, hanno espresso la volontà di trovare con la Regione un accordo condiviso, che abbia come base pochi punti chiari e trasparenti. E’ necessario partire dalla definizione delle problematiche residue del 2012 per poi ragionare sul 2013 in maniera più serena trovando anche nuove soluzioni finalizzate, prima di tutto, al mantenimento dei servizi e, possibilmente, al mantenimento dei livelli occupazionali.

In tutto questo è stata nuovamente apprezzata la volontà regionale di non tagliare ulteriormente il settore sociosanitario, che negli ultimi tre anni ha evidentemente subito un ridimensionamento dei volumi di spesa. Ma resta forte la richiesta di chiarezza e di assunzione di responsabilità politica al fine di permettere a tutti gli enti gestori di pianificare la gestione all’interno delle proprie organizzazioni.

Resta ancora un altro nodo importante da definire, ovvero la questione del contratto unico teso a definire in maniera chiara i rapporti giuridici ed economici tra le Asl ed i singoli enti gestori.

Si è concordato di dare nuovamente avvio ai singoli tavoli tecnici (Anziani, Disabilità, Dipendenze e Psichiatria) per l’analisi dei dati economici raccolti e degli scostamenti nei volumi di spesa degli ultimi tre anni.

Ci si reincontrerà poi in seduta plenaria lunedì 15 aprile presso la sede regionale.

Attraverso www.uneba.org/liguria Uneba Liguria terrà aggiornati gli enti sugli sviluppi della questione.

Scrivi un commento