Con la circolare 18 del 30 luglio 2014 il Ministero del lavoro fornisce alcune indicazioni sull’applicazione delle norme su tempo determinato, somministrazione e apprendistato introdotte dal decreto legge 34/2014 poi convertito in legge 78/2014, cioè il Jobs Act.

I chiarimenti riguardano, in particolare:

  • opportunità di continuare ad indicare la causale dell’assunzione quando si tratta di contratti a tempo determinato
  • limite quantitativo ai contratti a tempo determinato (e relative sanzioni per chi supera il limite)
  • disciplina della proroga
  • diritti di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato