Skip to content

Concorrenza – Uneba, Aris e Regioni chiedono una proroga per gli accreditamenti

Più tempo per attuare le nuove regole sugli accreditamenti delle nuove strutture di sanità privata, portate dalla legge Concorrenza, rispetto alla scadenza del 30 settembre 2023.

Lo chiedono le Regioni,  con lettera del presidente della Conferenza Stato Regioni Massimiliano Fedriga, a motivo delle difficoltà di applicare queste nuove regole, fissate dal decreto del Ministero della Salute del 19.12.22, in applicazione della legge 118/2022 sulla concorrenza

La stessa richiesta in precedenza già la hanno presentata Uneba ed Aris. In una lettera del 1 agosto al Ministro della Salute Orazio Schillaci, infatti, i presidenti delle due associazioni Franco Massi e Virginio Bebber  manifestano “forte preoccupazione riguardo alla nuova disciplina degli accreditamenti e della contrattualizzazione nel settore sanitario e sociosanitario”

“Reale – scrivono Uneba e Aris- è poi l’esigenza che le Regioni possano attuare la nuova normativa non nei tempi così ristretti previsti dal DM 19/12/2022 (…) quindi entro il 30  settembre 2023) che non consente loro di approfondire al meglio gli effetti dell’applicazione delle  nuove regole sul proprio sistema sanitario e sociosanitario, di procedere alla necessaria  programmazione sanitaria, di individuare i corretti criteri selettivi (…)”.

“Per tale ragione – proseguono – ci permettiamo di chiedere di voler predisporre una congrua proroga del termine (…) . Il maggior tempo concesso consentirà anche, ove non si ritenesse di modificare la nuova normativa, di fornire indirizzi alle Regioni per la sua corretta applicazione”.

Nella lettera Uneba e Aris evidenziano i rischi derivanti dall’attuazione della legge 118/2022 per il settore sociosanitario e individuano alcuni aspetti di cui tenere conto nell’attuazione della norma, in particolare riguardo ad accreditamento e contrattualizzazione.

Infine, argomentano Uneba e Aris, “non può essere ignorata la specificità delle istituzioni e organismi a scopo non lucrativo (Onlus, Enti del Terzo Settore, Imprese sociali, Enti religiosi civilmente riconosciuti, e questo deve portare a ritenere ben possibile che tra i criteri di qualità per la selezione periodica ai fini della contrattualizzazione sia considerato e premiato il valore aggiunto che gli enti gestori non profit apportano”.

Applicazione legge 118/2022 sulla concorrenza nel sociosanitario – Lettera Aris e Uneba al ministro Schillaci

Il tema dell’applicazione della legge 118/22 sarà trattato anche al convegno Uneba “I nuovi scenari del welfare” di Marina di Massa

**

Sullo stesso tema, leggi anche:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care