Skip to content

Caritas e Fondazione Zancan: l’Italia non sa affrontare la povertà

Caritas e Fondazione Zancan hanno presentato “Famiglie in salita”, rapporto 2009 su povertà ed esclusione in Italia: un modo per preparare il 2010, “Anno europeo di lotta alla povertà e all’esclusione sociale”.

Il Rapporto approfondisce la lotta alla povertà nei sistemi regionali di welfare e propone diversi ambiti di riflessione, tra cui le prospettive di applicazione dei Livelli essenziali e dei possibili strumenti di perequazione nel nuovo contesto di federalismo fiscale. Sono presentati poi i dati sulle persone che si sono rivolte ai centri di ascolto Caritas e sui progetti "8xmille" promossi dalle Caritas diocesane nel periodo 2001-2008.

Il Rapporto si sofferma con particolare attenzione su 8 regioni: Lombardia, Veneto, Toscana, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia.

Le sintesi del rapporto

Alcuni dati che emergono

Grandi differenze nella spesa per povertà e disagio di adulti nei Comuni: dai 21,75 euro per abitante della provincia di Bolzano a 1,81 euro in Abruzzo (dati 2004)

La povertà del sud Italia è di 4-5 volte maggiore rispetto a quella del Nord.

Un divario che non ha pari in Europa, e che cresce: la povertà relativa è diminuita del 15% in Veneto e del 33% in Friuli Venezia Giulia dal 2002 al 2007; nello stesso periodo in Sicilia è aumentata del 30%, in Sardegna del 34%.

Un’altra anomalia: si spende di più per contrastare la povertà nelle regioni laddove ci sono meno poveri

Prevale l’assistenzialismo: si tende a dare soldi piuttosto che servizi, si danno piccoli benefici per dare una piccola risposta a molti.

L’Italia non sa affrontare la povertà, è l’amara constatazione.

Due proposte del Rapporto

  • Trasformare gli attuali trasferimenti monetari (o parte di essi) in servizi da erogare alle famiglie a basso reddito con figli,
  • Semplificare i percorsi delle erogazioni monetarie

Cosa fa la Caritas

Oltre 80 mila persone nel 2007 si sono rivolte a 372 centri d’ascolto Caritas in 137 diocesi (su 220 totali). Il 70% sono stranieri.

5 mila famiglie hanno chiesto aiuto causa reddito insufficiente, il 7% del totale.

Pur in assenza di dati strutturati, 2008 e 2009 mostrano ai centri d’ascolto i segni della crisi, con un aumento delle persone che chiedono aiuto alla Caritas, in particolare italiani.

Caritas evidenzia il rischio futuro di una ricaduta “classista” sugli studi: meno potranno permettersi di mandare i figli all‘università.

Ci sono sempre meno soldi per la povertà estrema: meno fondi degli enti locali, meno donazioni e offerte.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Forum Non Autosufficienza a Bari, 5 proposte con Uneba Puglia

Cinque appuntamenti curati da Uneba Puglia nel Forum Non Autosufficienza Focus Puglia, in programma il 13 e 14
Leggi di più

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Sponsor