Aumentano i non autosufficienti, peggiora la loro situazione. Preoccupanti alcuni dati emersi al Forum sulla Non Autosufficienza svoltosi a Bologna.
Riportiamo al proposito stralci di questo e questo articolo apparsi su www.superabile.it, sito dell’Inail.

Gabriella Sebastiani, responsabile dell’Indagine sulla disabilità dell’Istat, ricorda che (dati 2009) “oltre il 50% delle famiglie con all’interno una persona di 65 anni e più con gravi limitazioni non riceve alcun tipo di aiuto“. Ci sarebbero quindi 1,6 milioni di anziani con lievi o gravi limitazioni nelle attività della vita quotidiana che non ricevono aiuto o vivono in contesti familiari non protetti (da soli o con altri anziani): di questi 951 mila presentano lievi limitazioni, 651 mila gravi limitazioni.
Secondo i dati del 2005, le persone con disabilità che vivono in famiglia sono 2 milioni e 600 mila, ovvero il 5% della popolazione. Mentre nel 2009 gli anziani non autosufficienti ospiti dei presidi residenziali sono 225.182. Sono invece quasi 1 milione e mezzo gli over 65 che ricevono l’indennità di accompagnamento (1 milione e 497 mila, per la precisione): 631 mila hanno anche una pensione di invalidità.
Traballa anche il ruolo di sostegno della famiglia. “Crescono – spiega Sebastiani – le persone da aiutare, ma non quelle che assistono. Aumenta inoltre l’età media dei caregiver, che dai 43 anni del 1983 è passata ai 50 del 2009”. Diminuisce inoltre l’aiuto fornito da volontari, vicini e amici. “Le famiglie aiutate sono scese dal 28,3% del 1983 al 16,9% nel 2009”.

Leggi la relazione di Sebastiani “La situazione di difficoltà delle famiglie e delle persone con disabilità“

Il numero dei non autosufficienti è destinato ad aumentare.
Come ha spiegato Carla Collicelli, vicedirettore generale del Censis, si stimano “4,1 milioni di persone disabili nel 2010, il 6,7% della popolazione: nel 2020 saliranno a 4,8 milioni (7,9%) e nel 2040 a 6,7 milioni, il 10,7% della popolazione“. Aumentano gli anziani non autosufficienti, ma contemporaneamente, a causa dell’invecchiamento della popolazione, aumentano anche gli autosufficienti.

Leggi la relazione di Collicelli: “In una società che cambia il welfare ha sempre connotati familiari e femminili”

Intervista a Sebastiani

Intervista a Collicelli