Il governo Renzi ha approvato in via definitiva gli ultimi decreti legislativi sui temi e secondo gli indirizzi fissati dal Jobs Act.

Ecco una sintesi dei contenuti dei decreti approvati nel consiglio dei ministri del 4 settembre, estratta dal comunicato stampa del Governo.

1-Ispezioni sul lavoro

Nasce l’Ispettorato nazionale del lavoro per il coordinamento della vigilanza in materia di lavoro, contribuzione e assicurazione obbligatoria. Dà le direttive di carattere operativo per tutto il personale ispettivo, compresi Inps e Inail.

Può stipulare protocolli, anche con i servizi ispettivi delle Asl, per assicurare l’uniformità di comportamento ed evitare sovrapposizioni.

2 – Servizi per il lavoro e le politiche attive 

Viene istituita una Rete Nazionale dei servizi per le politiche del lavoro, coordinata dalla nuova Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro.

Ci sarà un Albo nazionale degli enti accreditati a svolgere attività di formazione professionale.

3 – Pari opportunità

Razionalizzazione e semplificazione dell’inserimento mirato delle persone con disabilità: possibilità per i datori di lavoro privati, in linea di assumere i lavoratori con disabilità mediante la richiesta nominativa, ma non di effettuare l’assunzione diretta.

Corresponsione diretta e immediata dell’incentivo al datore di lavoro che assume persone disabili da parte dell’Inps mediante conguaglio nelle denunce contributive mensili.

Dal 1° gennaio 2017, tenuta del Libro unico del lavoro in modalità telematica presso il Ministero del lavoro.

Il datore di lavoro può svolgere i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione, anche nelle imprese o unità produttive con più di cinque lavoratori.

Sarà l’Inail a trasmettere all’autorità di pubblica sicurezza le informazioni sule denunce di infortunio mortali o con prognosi superiore a trenta giorni, esonerando il datore di lavoro.

Abolizione dell’obbligo di tenuta del registro infortuni.

Revisione della disciplina dei controlli a distanza del lavoratore, con un intervento sull’art. 4 dello Statuto dei lavoratori.

I lavoratori potranno cedere riposi e ferie a colleghi di pari livello che devono assistere minori con problemi di salute.

Un successivo decreto ministeriale potrà prevedere anche per i lavoratori del privato l’ipotesi di esenzione dal rispetto delle fasce di reperibilità in caso di malattia.

Procedura semplificata, e solo telematica, per dimissioni e risoluzione consensuale

4- Ammortizzatori sociali

Diventano strutturali:

  • Naspi a 24 mesi
  • misure di conciliazione dei tempi di cura, di vita e di lavoro (tra le quali l’estensione del congedo parentale)
  • assegno di disoccupazione

Novità su Cassa integrazione ordinaria e straordinaria e Fondi di solidarietà bilaterali

Il testo del Jobs Act

Sintesi e testo dei sei precedenti decreti legislativi del Jobs Act