Skip to content

5 per 1000: potrò sapere i nomi di chi firma per il mio ente?

E’ possibile una situazione futura in cui le Onlus possono sapere chi ha destinato loro il 5 per 1000. Ma per farlo serve un intervento del legislatore: una nuova legge.
Lo ha chiarito il Garante per la Protezione dei Dati Personali rispondendo al quesito presentato da alcuni degli enti ai primi posti tra i beneficiari del 5 per 1000.

“Si ritiene – scrive il Garante- che la conoscibilità dei dati dei donatori del 5×1000 da parte delle organizzazioni no-profit (…) non possa prescindere, oltreché dalla volontà degli interessati, da un intervento normativo che, incidendo sulla stessa disciplina di riferimento, consideri – calibrandone la portata in rapporto ai diritti e alle libertà fondamentali degli interessati – presupposti, modalità e limiti dell’operazione”.

Gli enti hanno anche presentato una ipotesi di testo di legge per introdurre la conoscibilità dei dati dei donatori, e sul tema il Garante presenta alcune osservazioni.

Organizzazioni beneficiarie del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e conoscibilità dei dati identificativi dei contribuenti – Intervento del Garante Privacy del 19.11.21 (segnalato sulla newsletter del Garante 485 del 22.12.21)

Come ben sanno i tanti enti Uneba iscritti tra i beneficiari del 5 per 1000, attualmente chi beneficia del 5 per 1000 è tenuto a pubblicare sul proprio sito l’importo ricevuto, ma non può sapere chi ha scelto di destinargli il 5 per 1000: non lo può ringraziare, non può fargli sapere personalmente come ha usato i fondi arrivati grazia al 5 per 1000, non può tentare di coinvolgerlo in altre raccolte fondi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Concorso di cucina per Rsa: vince San Vito al Tagliamento, associata Uneba

La Rsa con la cucina migliore è l’associato Uneba Friuli Venezia Giulia Casa di riposo “Parrocchia Ss. Vito
Leggi di più

Exposanità – Stand di Uneba

Uneba è presente a Exposanità allo stand A40 del Padiglione 32. Un particolare ringraziamento a chi ha contribuito
Leggi di più

Risk management nel sociosanitario – Voci dal convegno di Bereguardo

Riceviamo e pubblichiamo da Uneba Pavia sintesi del convegno “Il risk management nell’evoluzione del sistema sociosanitario”, patrocinato da
Leggi di più

Minori – Convegno Uneba a Napoli il 14 e 15 giugno 2024

“Il futuro delle giovani generazioni – Le sfide nel lavoro educativo e di cura” è il titolo del
Leggi di più

Exposanità – Convegno sull’assistenza territoriale con Uneba

All’interno di Exposanità – “Ci sta a cuore chi cura” 23esima edizione della manifestazione internazionale al servizio della
Leggi di più

Record di centenari da Guinness – Il 4 maggio il tentativo a Padova

Sabato 4 maggio 2024 alla Civitas Vitae di  Padova il più grande raduno di centenari al mondo, da registrare
Leggi di più

Convegno nazionale di Pastorale della Salute con Uneba

Si svolge a Verona dal 7 al 15 maggio il XXV  convegno nazionale della Pastorale della Salute della
Leggi di più

Forum Non Autosufficienza 2024 a Milano con Uneba

Uneba, con le sue proposte e i suoi esperti, è protagonista al Forum della Non Autosufficienza  e dell’autonomia
Leggi di più

Sponsor