sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Veneto – Ospedale di comunità e Unita Riabilitativa Territoriale

Che cos’è l’Ospedale di Comunità? Che cos’è l’Unità Riabilitativa Territoriale? La delibera della giunta della Regione Veneto 2718 del 24 dicembre 2012 stabilisce quali sono i requisiti per l’autorizzazione e definisce nel dettaglio le caratteristiche, dalle rette al personale, di queste “strutture di ricovero intermedie”. L’ Ospedale di Comunità è attualmente in fase di sperimentazione regionale, mentre le Unità devono ancora essere inseriti nella rete dei servizi.

I requisiti per l’accreditamento verranno approvati con successivo provvedimento.

  • Delibera 2718
  • Allegato A: le caratteristiche di Ospedale di Comunità e Unità Riabilitativa Territoriale
  • Allegato B: integrazione alla classificazione regionale delle strutture sociosanitarie
  • Allegato C: liste di verifica per l’autorizzazione degli Ospedali di Comunità
  • Allegato D: liste di verifica per l’autorizzazione delle Unità Riabilitative Territoriali

Alcune caratteristiche in sintesi

Ospedale di comunità

  • Massimo 6 settimane di accoglienza
  • Non meno di 24-25 posti letto
  • Solitamente pazienti adulti/anziani con profilo SVAMA superiore a 2 e necessità variabili di cure sanitarie
  • 1850 minuti settimanali di assistenza (infermieri + oss)
  • Quota alberghiera di 25 euro che è a carico dell’utente a partire dal 31° giorno e che diventa di 45 euro dopo il 60° giorno di presenza.
  • Per un nucleo di 24 persone vengono considerati 1 coordinatore infermieristico, 7,5 infermieri (5,5 turnisti per H24, 2 infermieri case manager diurni), 12 OSS (2 mattino, 2 pomeriggio, 1 la notte) più 1 FKT part-time solo per i pazienti da mobilizzare (circa il 50%).

Unità riabilitativa territoriale

  • Non meno di 24-25 posti letto
  • Solitamente pazienti adulti/anziani con profilo SVAMA superiore a 2 e necessità variabili di cure sanitarie.
  • 1850 minuti settimanali di assistenza (infermieri + oss)
  • Per un nucleo di 24 persone vengono considerati 1 coordinatore infermieristico part-time, 7,5 infermieri (5,5 turnisti per H24, 2 infermieri case manager diurni), 12 OSS (2 mattino, 2 pomeriggio, 1 la notte) più 2 FKT TPE.
  • Quota alberghiera a carico dell’utente dal primo giorno
  • Ticker per le prestazioni ambulatoriali

1 Commento presente

  1. In data 17 ottobre 2013 alle 12:32 dino ha scritto:

    questi ospedali di comunità possono esssre le case di riposo? Si dice che di solito persone adulti/anziani, se uno ha 30-40-50 anni va finire pure in casa di riposo o….dove? Inoltre, ma se le case di riposo sono insufficenti, è’ una gran porcata. Se mi può rispondere grazie x l’attenzione e riceva cordiali saluti. Dino Milanello.

Scrivi un commento