sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Veneto – Finanziamenti alle strutture per persone disabili

Finanziamenti per strutture residenziali
Come stabilito dalla delibera regionale 213/09, c’è tempo fino al 20 marzo 2009 per presentare domanda per il contributo destinato dalla Regione Veneto alle strutture innovative nel settore della disabilità, prioritariamente per sostenere ristrutturazioni, ampliamenti, acquisto di attrezzature.

I finanziamenti da assegnare sono di 5 milioni di euro, di cui 3 milioni per le strutture private.
Qui
il comunicato della Regione sul bando in scadenza il 20 marzo
Pubblichiamo nella parte privata del sito la delibera 213 (che spiega anche cosa s’intende per "strutture innovative”) e il modulo per la richiesta di finanziamento.

 E’ possibile, oltre che presentare nuova domanda, riconfermare quella precedentemente inviata alla Regione e dalla Regione considerata ammissibile, ma non finanziata nell’ultima assegnazione (delibera 3115/2008) dei contributi dell’apposito fondo regionale.
Tra le proposte ammissibili a finanziamento secondo la delibera 3115/08, oltre a quelle indicate qui, c’è anche quella dell’ente socio Uneba Pia Opera Ciccarelli per l’ampliamento del suo centro servizi di San Giovanni Lupatoto, inizialmente ammessa con riserva. Qui, invece, l’elenco dei progetti già finanziati dalla dgr 3115/2008.

Per centri diurni

La Giunta regionale del Veneto ha incaricato, con delibera 4256/2008, l’Osservatorio regionale sulla condizione della persona anziana e disabile, che ha sede presso la Ulss 12, di compiere un indagine delle soluzioni innovative e/o sperimentali non istituzionali in ambito semiresidenziale realizzate nel 2008, da soggetti privati senza scopo di lucro, a favore di persone con disabilità.
L’Osservatorio dovrà studiare la realtà dei centri diurni e delle persone disabili che lo frequentano in tutto il Veneto e soprattutto, entro il 31 marzo, presentare alla Regione una proposta di finanziamento (fino all’80% della spesa sostenuta dal gestore) delle migliori soluzioni innovative o sperimentali.
Il contributo assegnato all’Osservatorio è di 300 mila euro.

Scrivi un commento