sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Veneto – Ecco la nuova Svamdi

Con delibera 2575 del 4 agosto 2009 la Giunta della Regione Veneto ha approvato la nuova scheda Svamdi, cioè “scheda di valutazione multidimensionale della disabilità”.

La trovate nella parte riservata di www.uneba.org, cui possono accedere solo i soci in regola con il pagamento delle quote.

E’ lo strumento da utilizzare per valutare la disabilità delle persone e da lì stabilire il progetto per ciascuno e il tipo di servizi (accoglienza residenziale, accoglienza semiresidenziale…) a cui indirizzarlo.

La Svamdi viene utilizzata dalle Uvmd (Unità di valutazione multidimensionale distrettuale) di ciascuna Ulss.

Il nuovo modello di Svamdi approvato con delibera 2575/09 contiene delle modifiche rispetto al modello approvato con dgr 331/2007 e utilizzato durante la sperimentazione Svamdi (che si è conclusa con il convegno del 26 giugno)

L’utilizzo della nuova Svamdi è obbligatorio dal 1 gennaio 2010 in tutte le Ulss del Veneto. Così si arriverà a criteri omogenei di valutazione della gravità della disabilità per tutta la Regione.

Ogni Ulss dovrà nominare due responsabili Svamdi che saranno a disposizione degli enti e faranno da riferimento anche con la Regione.

Entro 60 giorni dall’approvazione del provvedimento ogni Ulss deve organizzare e approvare i percorsi di formazione sulla Svamdi e l’accompagnamento agli operatori dei servizi coinvolti dalla novità. Il coordinamento dei percorsi di formazione è curato dall’Osservatorio regionale sulla condizione della persona anziana e disabile, mentre è confermato anche il Gruppo di lavoro che coordinerà l’applicazione della nuova Svamdi.

Scrivi un commento


Veneto – Ecco la nuova Svamdi

Venerdì 26 giugno è stata presentata la nuova Svamdi per la regione Veneto. Si tratta della Scheda di Valutazione Multidimensionale Disabili. Verrà usata in tutti i servizi per persone con disabilità della regione Veneto per valutare il grado di disabilità.

Mettiamo a disposizione nella parte riservata del sito la bozza di nuova Svamdi e assieme anche le slide degli interventi al convegno del 26 giugno.

Si è conclusa quindi la sperimentazione della Svamdi curata, assieme all’elaborazione della scheda medesima, dalla Regione Veneto assieme all’Opera don Calabria di Verona. La sperimentazione si è svolta nel 2008. La Svamdi era stata approvata con dgr 331/07 ed è costruita sulla struttura dell’ “International Classification of Functioning, Disability and Health” (Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute), approvata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Oltre all’omogeneità di giudizio e alla possibilità di valutazioni più precise che non la semplice divisione tra “medi” e “gravi”, secondo l’assessore al sociale della Regione Veneto Stefano Valdegamberi l’adozione della Svamdi permetterà anche di costruire progetti di vita individualizzati per le persone assistite e pure un risparmio per le casse regionali.

La scheda Svamdi è uno strumento per tutti gli operatori coinvolti nella presa in carico della persona con disabilità. Il programma formativo all’uso della Svamdi si svolgerà tra settembre 2009 e ottobre 2010 e comprende tre moduli formativi ed una consulenza on line. Gli incontri si svolgeranno presso il centro don Calabria e presso le singole Ulss. Il secondo modulo, in particolare, che si svolgerà da gennaio a giugno 2010, prevede il coinvolgimento anche di rappresentanti di realtà private che si occupano di assistenza alle persone con disabilità in convenzione con la Ulss, come è il caso di alcuni soci Uneba Veneto. Da settembre 2009 a ottobre 2010 è poi garantita consulenza via email sulla corretta compilazione della Svamdi. In uno degli allegati della parte riservata maggiori dettagli sul percorso formativo.

Scrivi un commento