sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Uneba Treviso – Troppo cari i rifiuti per le case di riposo

E’ improvvisamente passato da 6 mila a 24 mila euro annui, quindi un aumento del 400%, il costo dei rifiuti per la rsa “Da Lozzo Dalto” di Santa Maria di Feletto in provincia di Treviso, parte del gruppo Ceris e associata ad Uneba Veneto.

L’aumento, conseguenza del passaggio da tassa (calcolata in base a dimensioni dello stabile, numero di residenti etc) a tariffa (tanto rifiuto produci, tanto paghi, in base agli “svuotamenti”), ha provocato la protesta dell’ente, che trovato eco anche sulla stampa locale, qui.

Da parte sua Savno, l’ente che si occupa della raccolta dei rifiuti, ha ribadito (qui)la correttezza della fatturazione, invitando la struttura ad una maggiore attenzione per produrre meno rifiuti e dando disponibilità a concedere una dilazione del pagamento. Qui i dettagli sulla tariffa rifiuti calcolata da Savno.

Ma con il passaggio da tassa a tariffa che riguarda moltissimi comuni, la questione non è certo limitata a Santa Maria di Feletto.

“Abbiamo scoperto un bubbone – dice Maurillio Canzian, presidente di Uneba Treviso -. Già solo nella Ulss 7 (nord della provincia di Treviso) sono più d’una le strutture che hanno problemi per l’eccessivo costo dei rifiuti. Sicuramente ci può essere qualche colpa degli enti nel non curare la riduziione della produzione dei rifiuti. Ma quello del costo è senz’altro un problema che va affrontato con le parti. A noi  enti assistenziali viene applicata la tariffa per le attività produttive, veniamo paragonati ad alberghi. Ma quella delle case di riposo è un’attività sociale. Per questo chiediamo tariffe di favore”.

Le residenze per anziani della Ulss 7 vogliono fare fronte comune per affrontare questo problema. Sarà uno temi all’ordine del giorno dell’incontro tra Uneba Treviso ed alcune case di riposo associate all’Uripa in programma per martedì 23 a Vittorio Veneto. S’affronteranno, spiega Canzian, anche i nodi del costo delle utenze (luce, acqua…) e delle richieste di pagamenti dell’Anas per i passi carrai su strade di sua competenza, ed altro ancora.

Scrivi un commento