sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Sicilia – Uneba incontra la Regione per chiedere l’applicazione del decreto 16/2012 sulle prestazioni di lunga assistenza

Martedì 10 giugno 2014 una delegazione in rappresentanza di strutture socio-sanitarie associate Uneba, guidata dal presidente di Uneba Catania Salvatore Caruso, ha incontrato Lucia Borsellino, assessore alla salute della Regione Siciliana, per sollecitare e chiedere la piena applicazione del decreto interassessoriale 13 gennaio 2012 n. 16 “Regolamentazione delle forme di lungo assistenza per persone fragili con patologie cronico-degenerative, con riguardo alla popolazione ultrasessantacinquenne”.

Tra gli obiettivi del decreto, l’adeguamento allo standard nazionale della rete regionale della residenzialità nella forma della lunga assistenza in favore delle persone fragili e ultrassessantacinquenne, attraverso l’accreditamento transitorio delle strutture già iscritte all’albo regionale ex art. 26 della legge 22/86 nella tipologia della Casa di Riposo e/o della casa Protetta, ai fini dell’erogazione delle prestazioni di lungo assistenza e con determinazione del valore della tariffa giornaliera nella misura di euro 80,00 e con quota di compartecipazione al 50% tra Comune/utente e Asp.

A distanza di due anni, nonostante il riconoscimento dell’accreditamento delle case di riposo e delle case protette e la disponibilità avanzata con formale richiesta di convenzione alle Asp, nessun rapporto convenzionale per tale modalità di intervento è stato sottoscritto, né sono state attivate le procedure per l’inserimento in dette strutture dei soggetti che necessitano di prestazioni residenziali di lunga assistenza.

Da qui la preoccupazione rappresentata dall’Uneba che la mancata applicazione ed operatività del D.I. 16/2012, oltre a determinare condizioni di forte disagio sociale per le persone fragili e ultrassessantinquenni bisognevoli di assistenza e di grave nocumento per le strutture accreditate, determini di fatto il protrarsi di ricoveri impropri con conseguenti maggiori costi a carico del sistema sanitario regionale.

Attenzione e sensibilità al problema è stata manifestata dall’assessore Borsellino, con la disponibilità ad intervenire nel breve periodo sulla materia, fornendo specifiche direttive alle ASP perché diano corso per quanto di loro competenza alla applicazione del D.I. 16/2012.

La delegazione Uneba, ringraziando l’assessore per la disponibilità, ha assicurato il proprio impegno collaborativo, unito ad una costante azione di stimolo perché anche in Sicilia le politiche socio-sanitarie trovino concreta applicazione.

Scrivi un commento