sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Servizi educativi per la prima infanzia – Il Lazio verso una nuova legge

L’assessorato alle politiche sociali della Regione Lazio ha presentato le Linee guida per una legge regionale per i servizi socio-educativi per la prima infanzia: un documento aperto a riflessioni e contributi prima della presentazione del testo della legge che dovrebbe sostituire la legge regionale 59/80

Punto di partenza delle Linee guida sono alcune caratteristiche dell’Italia e del Lazio in particolare:

  • pochi servizi per la prima infanzia
  • scarso interesse per le politiche di conciliazione tra i tempi della vita e i tempi del lavoro
  • basso tasso di natalità
  • basso tasso di occupazione femminile

Nel Lazio va al nido il 16% dei bambini tra 0 e 3 anni, cioè circa 24 mila bambini. I questi, 17 mila frequentano nidi comunali. Un Comune su quattro, in Lazio, ha un nido.

I CONTENUTI DELLA NUOVA LEGGE

Per quanto riguarda i futuri servizi per la prima infanzia, le priorità segnalate dalla giunta della Regione Lazio sono:

  • sperimentare e creare servizi innovativi, sia negli asili nido che nei servizi integrativi per la prima infanzia
  • garantire varietà e flessibilità per orari, sedi, tipo di offerte e organizzare un Piano regolatore dei servizi per l’infanzia per far incontrare domanda ed offerta
  • creare un sistema integrato di servizi educativi
  • rendere questi servizi per l’infanzia strutture educative,quindi di interesse generale, e non più servizi a domanda individuale
  • stabilire procedure certe di autorizzazione e accreditamento e verifica nel tempo del mantenimento dei requisiti
  • riconoscere il contributo fondamentale del privato sociale
  • garantire e promuovere la medesima qualificazione professionale degli operatori in tutti i servizi
  • garantire la partecipazione delle famiglie alla vita e alla gestione dei servizi per la prima infanzia

Scrivi un commento