sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Rinnovo del CCNL Uneba, prosegue il negoziato. La proposta di Uneba.

Lunedì 7 luglio si è tenuto il terzo incontro tra le organizzazioni sindacali e l’Uneba per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro.

L’Uneba, dopo aver riaffermato

  • la propria piena adesione – come richiesto anche dalle organizzazioni sindacali – all’accordo del 23 luglio 1993,
  • l’inderogabile necessità di realizzare un contratto collettivo economicamente sostenibile dal settore socio-assistenziale, anche alla luce di sempre più ridotte contribuzioni pubbliche,
  • ed infine la forte volontà di mantenere ferma l’identità del settore in cui l’Associazione opera, senza improprie ed incompatibili assimilazioni ad altre realtà contrattuali,

ha proposto un incremento salariale di euro 74.00 mensili al livello 4°super (da parametrare sugli altri livelli) con decorrenza 1 luglio 2008. Detto incremento è composto da euro 58,00 a chiusura del pregresso (2004 – 07) e da euro 16,00 come anticipo sul 2° biennio (2008-09).

Inoltre, a ristoro degli arretrati, l’Uneba ha anche proposto l’“una tantum” di euro 1.200,00, sempre riferita al livello 4° super e pertanto da parametrare. Tale importo è composto da euro 930,00 ad intera copertura degli arretrati per il periodo 2004 -07, e da euro 270,00 a copertura convenzionale degli arretrati per il primo semestre 2008.

Dalla predetta “una tantum”, erogabile tutta entro il corrente anno in tre “tranches” (luglio – settembre – novembre) dovranno essere recuperate le somme già erogate a titolo di indennità di vacanza contrattuale (I.V.C.).

L’ Uneba si è infine resa disponibile a continuare immediatamente le trattative sul secondo biennio 2008 – 09, sulla base delle indicazioni di inflazione programmata.

Le organizzazioni sindacali si sono dichiarate insoddisfatte dalla proposta, in particolare rispetto alla chiusura del pregresso periodo 2004-07, registrando una notevole distanza rispetto alle loro piattaforme. Si sono riservate tuttavia di effettuare una valutazione al proprio interno e di comunicare le loro determinazioni.

L’importo di euro 58.00 prospettato dall’Uneba a saldo del periodo pregresso, risponde all’applicazione degli indici Istat sull’inflazione reale del periodo considerato.

L’Uneba ha comunicato alle organizzazioni sindacali la propria volontà, in caso di ulteriore esito negativo del negoziato, di ricercare al livello territoriale eventuali accordi con i sindacati locali per una erogazione salariale immediata sotto vario titolo, ed in ogni caso provvisoria ed assorbibile, al fine di dare ai lavoratori un segnale positivo ed alleviare la loro difficile situazione economica creatasi anche come conseguenza del lungo ritardo nel rinnovo del Contratto di lavoro.

6 Commenti presenti

  1. In data 10 luglio 2008 alle 13:18 Erminia Caminiti ha scritto:

    Volevo chiedere se è una proposta da approvare o i datori di lavoro devono già adeguare i salari?

    Grazie per la risposta

    Cordiali saluti

  2. In data 10 luglio 2008 alle 13:38 Antonio ha scritto:

    Sono il segretario – economo della Casa di Riposo di Bronte (CT) ed anche il vice presidente provinciale dell’UNEBA (CT) e vi chiedo di tenere in consederazione le difficoltà economiche che stiamo attraversando dovute alle convenzioni che vanno in scadenza e non vengono rinnovate dalle basse pensioni e dal notevole costo dei contributi previdenziali che vanno pagati.
    Cerchiamo di tenere in considerazioni tutti i parametri di costo, i sindacati giustamente devono dare risposta ai loro iscritti però dobbiamo guadare a 360°.-
    Grazie! Antonio Fioretto

  3. In data 10 luglio 2008 alle 15:05 bisagno ha scritto:

    @erminia caminiti
    Quella di Uneba è soltanto una proposta, le trattative sono ancora in corso.
    Grazie dell’attenzione.
    tommaso bisagno – redazione http://www.uneba.org

  4. In data 11 luglio 2008 alle 11:54 Paolo Consani ha scritto:

    lavoro all’ufficio del personale dell’Associazione Solidarietà Carits di Firenze.
    dovendo presentare i budget di spesa per la voce del personale impiegato per gli anni 2009 e 2010 per il rinnovo di una delle nostre convenzioni con l’Amministrazione Comunale vorrei sapere quali sono i criteri per riparametrare l’aumento di €. 74,00 per il livello 4° super (per il quale è del 6,5% circa) sugli altri livelli
    capisco che stiamo parlando solo di una proposta, ma intanto è già una buona base di partenza per “aggiustare il tiro” delle richieste

    Grazie

  5. In data 11 luglio 2008 alle 23:44 Carlo Peroverde ha scritto:

    Egregio signor Fioretto,
    perchè invece di cercare di risparmiare sulla pelle dei suoi dipendenti (che se pagati male lavoreranno altrettanto male) non tenta di far pressione sul governo del nostro paese in modo che adegui le rette, rinnovi le convenzioni e dia agevolazioni previdenziali agli enti che operano nel sociale ?
    Certamente togliere il giusto al dipendente è più facile che manifestare contro uno stato che sta divorando anche quello che ci spetta di diritto.
    Unisca le sue forze con altri amministratori della sua provincia o della sua regione (anch’io sono siciliano) e lasci che i suoi dipendenti vengano pagati adeguatamente con un rinnovo conttrattuale degno del lavoro che fanno.

  6. In data 14 luglio 2008 alle 10:06 Uneba ha scritto:

    @paolo consani
    Gentile Paolo, i parametri da applicare sono questi

    Q 163,10
    1 153,39
    2 144,66
    3Super 133,98
    3 129,12
    4Super 122,33
    4 118,44
    5Super 116,50
    5 113,59
    6Super 110,67
    6 107,76
    7 100,00

    Per riparametrare € 74 riferiti al 4Super sugli altri livelli bisogna adottare la seguente formuletta:

    74 x parametro
    122,33

    Esempio liv. 2: 74 x 144,66 : 122,33 = € 87,50

    Esempio liv. 6: 74 x 107,78 : 122,33 = € 65,18

    Si ribadisce: quella qui sopra illustrata è solo una proposta, al momento non accettata, che per di più nulla ha a che vedere con il 2009 né tantomeno con il 2010.

Scrivi un commento