sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Riforma Terzo Settore – Caro governo Renzi, davvero vuoi negare le agevolazioni fiscali a fondazioni e associazioni? | comunicato stampa di Uneba nazionale

**COMUNICATO STAMPA UNEBA**
Riforma Terzo Settore – Caro governo Renzi, davvero vuoi negare le agevolazioni fiscali a fondazioni e associazioni?
L’allarme di Uneba, voce del non profit: quel decreto delegato della riforma allo studio favorisce solo l’impresa sociale
Sulla Riforma del Terzo Settore, ed in particolare sulla sua attuazione attraverso i decreti delegati in corso di elaborazione ed approvazione, interviene Uneba, associazione di categoria che dal 1950 raccoglie enti dediti all’assistenza alle persone più fragili: oggi conta diverse centinaia di istituzioni associate in tutta Italia, quasi tutte non profit, dalle strutture residenziali per anziani ai servizi alle persone con disabilità.
ROMA, 15 SETTEMBRE 2016 -“Nell’ambito dell’attuazione della Riforma del Terzo Settore, è in avanzata fase di elaborazione- spiega Uneba –  lo schema di decreto delegato sull’impresa sociale, che dovrebbe introdurre consistenti innovazioni in tema di agevolazioni fiscali. A quanto si apprende, questo decreto stabilirà che le agevolazioni fiscali (di cui all’art. 29, comma 7, del decreto legislativo 179/2012) saranno applicate solo alle imprese sociali costituite in forma di società di cui al Libro V del Codice Civile”.
“Se confermata, questa norma escluderebbe dalle agevolazioni le fondazioni ed associazioni, cioè proprio quegli organismi che da sempre costituiscono il nucleo essenziale del Terzo Settore in Italia – ad esempio, moltissime strutture residenziali per anziani sono gestite da fondazioni – e non hanno scopo di lucro, oltre ad essere spesso datori di lavoro con decine di dipendenti. Perchè penalizzare fondazioni e associazioni?”
“Qui, come in altri casi – spiega Uneba – ci sembra che la Riforma introduca elementi di ambiguità nel concetto stesso di Terzo Settore, malgrado questo sia correttamente espresso nell’articolo 1 della Riforma stessa. E queste ambiguità rischiano di discriminare e danneggiare proprio tutto il mondo del non profit”.
“Al di là di questi motivi di perplessità- chiude Uneba-, ribadiamo il giudizio complessivamente positivo sulla Riforma, e sull’impulso che  il Ministero del lavoro sta dando alla sua attuazione, in particolare con le iniziative assunte dal sottosegretario Luigi Bobba”.
Per approfondimenti,ecco il testo integrale dell’intervento sui decreti delegati della Riforma del presidente di Uneba nazionale Maurizio Giordano

Scrivi un commento