sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Nuovi Lea – Il testo del decreto, la sintesi della novità

Dovrebbero entrare in vigore a breve i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (Lea), attraverso un decreto del presidente del consiglio dei ministri che sostituirà integralmente il dpcm del 29 -11- 2001 attualmente vigente.
Mettiamo a disposizione nella parte riservata del sito la bozza del decreto sui nuovi Lea.
Dall’articolo 21 in poi, la parte riguardante l’assistenza sociosanitaria (compresa l’assistenza domiciliare, tema su cui il Ministero della salute ha chiamato al confronto anche Uneba)
Il decreto Lea in via di approvazione definisce attività, prestazioni e servizi che il Sistema sanitario nazionale deve garantire ai cittadini: alcune sono cambiate rispetto ai precedenti Lea, alcune sono descritte con maggiore dettaglio,
Il Ministero dell’economia e delle finanze deve ancora dare la sua approvazione formale, poi si passerà all’esame della Conferenza Stato Regioni e della commissioni di Camera e Senato. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin dà comunque per certa l’approvazione.
Nel frattempo, però, il ministro della Salute Lorenzin ha già presentato pubblicamente le novità dei nuovi Lea, sintetizzate nelle slide che potete scorrere qui sotto o scaricare da qui.

I nuovi Livelli essenziali di assistenza – Lea from Uneba
Tra le novità evidenziate:
  • rientrano nei Lea gli ausili protesici anche per chi beneficia dell’assistenza domiciliare integrata.
  • il nuovo nomenclatore dell’assistenza protesica consentirà ai medici di prescrivere (e quindi, per i beneficiari, di vedersi “passare” dal Ssn) anche sollevatori e barelle doccia, oltre a vari tipi di ausili informatici.
  • la sindrome di Down viene inclusa tra le “Malattie croniche”
  • rientrano nei Lea nuovi percorsi di diagnosi, trattamento e cura dell’autismo, in coerenza con quanto previsto dalla recente legge sull’autismo
La legge di stabilità 2016 ha stanziato 800 milioni per l’aggiornamento dei Lea.
 I nuovi Lea, paradossalmente, potrebbero presto diventare vecchi Lea: il ministro ha dichiarato che d’ora in poi verranno aggiornati ogni anno.
Per saperne di più:

Scrivi un commento