sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Manifestazione di Uneba Calabria: Regione ed Asp sblocchino i pagamenti

Uneba Calabria scende in piazza. Martedì 22 oltre 550 lavoratori di strutture sociosanitarie e socio-assistenziali private associate a Uneba o ad Aris hanno manifestato davanti alla sede della Regione a Reggio Calabria.
La protesta è anzitutto contro il blocco dei pagamenti della quota sociale delle prestazioni da 13 mesi ed il ritardo nel pagamento della quota sanitaria che è almeno di 5 mesi.
Arrivate a 60 milioni di euro di crediti verso la Regione, le strutture sono state costrette, per garantirsi la liquidità, a ricorrere alle banche, accumulando interessi passivi e fino ad arrivare alla chiusura dell’accesso al credito da parte delle banche. E trovandosi in difficoltà nel pagare dipendenti e fornitori. Mentre la firma dei contratti 2011 tra Asp e strutture viene rinviata.

Uneba ed Aris chiedono, in sintesi, che Asp e dipartimento Politiche Sociali della Regione paghino quanto dovuto, e la Regione si attivi con le banche per garantire l’accesso al credito delle strutture Uneba e Aris; che il consiglio regionale, risolva definitivamente il problema delle competenze sulla quota sociale delle prestazioni socio-sanitarie e che venga finalmente attivato il tavolo di concertazione tra il Dipartimento alla salute e le Associazioni così come concordato in un incontro Regione – Uneba Calabria del luglio 2010.

Trovate qui il volantino della protesta di Uneba Calabria e Aris.

A seguito della protesta, la giunta regionale, assieme ai dipartimenti Salute, Bilancio e Politiche Sociali della Regione Calabria ha convocato il presidente di Uneba Calabria Biagio Amato e il suo omologo dell’Aris Piero Siclari per un incontro, fissato per giovedì 24 alle 16. Mentre venerdì 25 le associazioni di categoria sono state convocate per l’illustrazione dei criteri impiegati per il riparto provvisorio del Fondo sociale regionale per il 2011, i nuovi schemi di contratto ed il nuovo tariffario delle prestazioni di specialistica ambulatoriale.
Trovate qui la nota diffusa dopo la manifestazione da Aris ed Uneba.

Scrivi un commento