sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

L’Agenzia delle Entrate regala 134 pc ad enti pubblici e no profit

L’Agenzia delle Entrate, (Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo) regala 134 computer portatili a enti pubblici o non profit che ne facciano richiesta.

Qui il testo completo del bando e il dettaglio di quali pc vengono regalati.

In ordine di priorità vengono privilegiati per i pc in regalo:

  1. organismi di volontariato di protezione civile iscritti negli appositi registri operanti in Italia ed all’estero per scopi umanitari, alla pari con istituti scolastici pubblici
  2. altri enti pubblici: enti locali, strutture sanitarie, forze dell’ordine,
  3. associazioni ed enti iscritti nell’apposito registro delle associazioni oppure fondazioni e altre istituzioni di carattere pubblico o privato con personalità giuridica, senza fini di lucro.

Per fare richiesta dei computer gratuiti bisogna inviare un messaggio di Pec (posta elettronica certificata) a ufficiotlc@pce.agenziaentrate.it dalle ore 11 di lunedì 5 ottobre.

Nella richiesta dovranno essere specificati: nome e codice fiscale o partita Iva. dell’ente richiedente, quali e che tipo di computer si desiderano, proprio indirizzo di Pec.

A parità di criteri – cioè ad esempio tutti gli organismi di protezione civile di cui sopra- è privilegiato chi ha inviato prima la richiesta.

Per informazioni: 2009.129353@agenziaentrate.it

1 Commento presente

  1. In data 15 settembre 2009 alle 19:38 Paolo Cruciatti ha scritto:

    Ottima iniziativa, con questo sistema si velocizza l’iscrizione alle Camere di Commercio per ottenere la PEC , altrimenti si andrebbe ben oltre i due anni a disposizione per iscriversi, ed inoltre si realizza una automatica confidenza con i sistemi informatici nella pubblica amministrazione e negli Enti sussidiari.

    Iniziativa da ripetere periodicamente, perchè 134 portatili sono come una goccia d’acqua nel mare.

    Sperando che si arrivi ad averne uno anche ai fruitori dell’ 5 x mille che sono ONLUS.

    Saluti Paolo Cruciatti.

Scrivi un commento