sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

In arrivo incentivi per chi assume giovani o donne

Come segnala Uneba Piemonte, il Ministro del Lavoro  ha firmato un decreto interministeriale che prevede incentivi economici per le assunzioni di giovani fino a 29 anni e di donne di qualsiasi età.

Gli incentivi sono validi dalla data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale e fino al 31 marzo 2013.

L’incentivo è di 12 mila euro per trasformazione in contratto a tempo indeterminato di un contratto a termine (compresi i contratti di inserimento), o per ogni stabilizzazione di collaborazioni coordinate e continuative, anche trasformandole in contratti a progetto, o in associazioni in partecipazione con apporto di lavoro.

Ogni datore di lavoro può fruire degli incentivi per un massimo di 10 lavoratori.

Trasformazioni e stabilizzazioni devono riferirsi a contratti in vigore, o cessati da non più di sei mesi.

Il nuovo contratto a tempo indeterminato può essere anche part time, ma le ore di lavoro devono essere almeno il 50% di quelle previste per il tempo pieno dal contratto applicato. (Quindi più di 19 ore nel caso del contratto Uneba).

Sono previsti incentivi anche per chi assume giovani con meno di 29 anni o donne a tempo determinato dalla pubblicazione in Gazzetta del decreto e fino al 31 marzo 2013. Nel dettaglio:

  • 3.000 euro per contratti a tempo determinato di durata non inferiore a 12 mesi
  • 4.000 euro per contratti a tempo determinato di durata superiore a 18 mesi
  • 6.000 euro per contratti a tempo determinato di durata superiore a 24 mesi

Queste assunzioni devono servire ad accrescere la base occupazionale degli ultimi 12 mesi.

Si attende la circolare Inps che spiegherà come fare domanda di incentivi. Gli erogati saranno erogati in base all’ordine di arrivo delle richieste, fino a esaurimento delle risorse stanziate. I datori di lavoro riceveranno il contributo sei mesi dopo l’assunzione o la stabilizzazione.

Mettiamo a disposizione nella parte riservata la circolare di Uneba su questo tema.

Scrivi un commento