sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Ermt e bonus tradotti in ore: Uneba Veneto e sindacati introducono l’innovativo strumento della “conversione”

Un innovativo strumento per l’applicazione del contratto Uneba: la “conversione”.

Un modo per ricondurre ad un unica unità di misura tutte le espressioni derivanti dalla relazione lavorativa con la persona assistita: questa relazione si sostanzia in ore, quindi sono le ore l’unità di misura.

Proprio prendendo a fondamento questo concetto di “conversione”, Uneba Veneto e le organizzazioni sindacali hanno posto le basi di un accordo nel Verbale di Incontro sottoscritto dopo l’impegnativo confronto del 31 luglio 2015.

Questo Verbale sarà la base da cui proseguire nel prossimo incontro, in calendario per venerdì 7 agosto.

Il Verbale prevede l’introduzione dell’istituto dell‘Elemento Variabile Territoriale (EVT), corrisposto ogni anno e composto da:

1-ERMT (previsto dal ccnl Uneba 2010-2012 attualmente in vigore) erogato attraverso la conversione in ore

2- bonus in ore legati a:

  • costanza di servizio
  • orario spezzato, reperibilità esterna, richiamo in servizio
  • impegno per l’affiancamento di neoassunti

3- ROL, su base volontaria

4- Banca Ore

Le modalità per l’erogazione di ciascuno dei quattro elementi saranno stabilite con un successivo apposito accordo, che sarà in linea con il Ccnl Uneba vigente.

Il Verbale prevede anche la possibilità di ulteriori accordi a livello locale per la liquidazione dell’EVT attraverso servizi di welfare aziendale.

L’introduzione dell’innovativo meccanismo della “conversione” permette la ricomprensione nell’EVT di vari istituti contrattuali e bonus. Potrà pertanto portare sia ad aumenti in busta paga per i dipendenti sia ad una migliore sostenibilità del costo del lavoro per gli enti.

Rappresenta inoltre, come scritto nel Verbale, la concretizzazione della “necessità di facilitare, nel rispetto delle normative vigenti, l’aderenza delle norme collettive alla situazione concreta in cui operano gli Enti”. Il tutto in una logica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Nel lavorare per arrivare a questo importante traguardo, che conta di poter presto tradurre in accordo definitivo, la delegazione di Uneba Veneto ha operato in coerenza con quanto deciso nel dialogo e confronto con gli associati al congresso Uneba Veneto 2015 di Verona.

2 Commenti presenti

  1. In data 3 febbraio 2017 alle 22:39 Luana ha scritto:

    Gent. sig.i,
    lavoro in un centro diurno x disabili con contratto Uneba a tempo indeterminato.
    L’EVT è stato convertito in ore perciò non abbiamo aumenti salariali, ma godiamo di un monte ore del quale usufruire in base alle esigenze personali.
    Non sappiamo però entro quando è obbligatorio godere di queste ore maturate (entro il 31 dicembre dell’anno corrente o esistono altre scadenze?).
    Potete aiutarci a chiarire questo dubbio?
    Grazie x la vs attenzione e disponibilità.
    Distinti saluti

  2. In data 7 febbraio 2017 alle 13:08 bisagno ha scritto:

    Buongiorno,le trasmetto la risposta di Uneba Veneto.

    A fine anno il saldo delle ore maturate a titolo di EVT viene congelato e sarà liquidato entro il 31 maggio dell’anno successivo.
    L’Ente datore di lavoro può dare l’ulteriore possibilità (a scelta del lavoratore) di “portare a nuovo” questo saldo, facendolo rientrare come saldo iniziale nel monte ore dell’anno successivo.
    Le ore di EVT vanno dunque godute entro l’anno, a meno che il lavoratore non abbia scelto di “portare a nuovo” il saldo, per cui le ore non usufruite nell’anno si ritrovano nell’anno successivo.

    Cordiali saluti,
    redazione http://www.uneba.org

Scrivi un commento