sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Contratto Uneba, ecco il testo in pdf

Potete scaricare da qui o leggere qui sotto il testo del Contratto nazionale Uneba 2010-2012, firmato l’8 maggio 2013 e in vigore alla data di pubblicazione di questo articolo, settembre 2016.

Si tratta della versione del Contratto Uneba che gli enti associati Uneba applicano con i propri dipendenti.

In Liguria, Veneto, Piemonte e Lombardia si applica anche un contratto integrativo regionale.

Applicazione del contratto Uneba, Elemento retributivo mensile territoriale, Trattamento economico progressivo, contratti di secondo livello, assistenza sanitaria: ecco tutti gli articoli pubblicati su www.uneba.org

15 Commenti presenti

  1. In data 21 settembre 2016 alle 16:10 Barbara ha scritto:

    Scusate sono sempre io.
    Ho riguardato il contratto: è al 78.95%. Ma esiste?
    Sul contratto c’è scritto 3° livello, sulla busta paga 5°.
    Il mio stipendio tabellare è 1233.01. Forse stanno pagandomi da anni in modo sbagliato?

    Barbara

  2. In data 28 settembre 2016 alle 08:04 Alex ha scritto:

    Salve, avrei bisogno di sapere se a livello retributivo, a parità di mansione, conviene di più avere un contratto uneba o uno delle cooperative sociali

  3. In data 29 settembre 2016 alle 12:16 bisagno ha scritto:

    Buongiorno, è difficile fare confronti tra contratti, perche’ varie sono le variabili in gioco. E comunque non sembra il caso che noi lo facciamo. Noi le abbiamo messo a disposizione in questa pagina il contratto Uneba…leggendolo potra’ fare le sue valutazioni in base ai suoi criteri.
    Cordiali saluti,
    redazione http://www.uneba.org

  4. In data 1 novembre 2016 alle 12:38 Giuseppe ha scritto:

    Salve volevo delle informazioni a riguardo i passaggi da part time a tempo pieno

  5. In data 1 novembre 2016 alle 12:43 Giuseppe ha scritto:

    In pratica io ho un contratto a tempo indeterminato part time in una struttura privata e sono 2 anni che aspetto il tempo pieno con tanto di domanda che mi hanno fatto presentare loro…. adesso vi chiedo se è normale che durante i 2 anni sono state assunte nuove persone su tempi pieni e indeterminati lasciando indietro noi part time tra L altro c’è anche una legge che prevede la precedenza assoluta rispetto a nuove assunzioni ma loro sembrano fregarsene …. cosa posso fare a riguardo ? X me questo è assurdo …possono fare queste cose ? Grazie attendo risposte Giuseppe

  6. In data 3 novembre 2016 alle 22:51 Serena ha scritto:

    salve, lavoro presso due case protette appartenenti alla stessa congregazione con le mansioni di educatore professionale. Ho due contratti a tempo indeterminato di dodici ore lavorative ognuno. Quante ferie mi spettano all’anno? il mio datore di lavoro decide la metà delle ferie ( circa 8 gg) ma pretende che l’altra metà cioè 8gg possa prenderle da metà gennaio circa al 20 di dicembre, è corretto? Così pure per i permessi retribuiti- Rol- .

  7. In data 18 novembre 2016 alle 16:53 bisagno ha scritto:

    @serena
    Se le 12 ore sono collocate in tutti i giorni della settimana (part-time c.d. “di tipo orizzontale”) le ferie sono 26 giorni annui come il full-time.
    Nel caso di part-time di tipo verticale” (le 12 ore vengono prestate solo in alcuni giorni della settimana), le ferie sono proporzionali all’orario. Perciò 12 trentottesimi di 26 =8,2 giorni nella prima casa protetta + 8,2 nella seconda.
    Se il Suo datore di lavoro pretende che Lei possa prendere le ferie residue da metà gennaio al 20 dicembre….in pratica, Le dà tutto l’anno di tempo. Salvo il periodo natalizio, che normalmente rappresenta una “punta” di assenze difficile da gestire.Alla luce della corrente legislazione e del CCNL (che riconoscono al datore di lavoro la priorità di scelta del periodo di godimento delle ferie in relazione alle esigenze di servizio) riteniamo che ciò sia corretto.
    Cordiali saluti,
    Uneba

  8. In data 18 novembre 2016 alle 17:27 bisagno ha scritto:

    @giuseppe

    In effetti la legge c’è. Prima del Jobs Act era il D.Lgs. n.61/2000, che dava la priorità in caso di assunzioni “per le stesse mansioni o equivalenti”. Poi è subentrato, con il Jobs Act, il D.Lgs. 81/2015 che ha aggiunto le “mansioni di pari livello e categoria”. Insomma bisogna verificare con quali mansioni sono intervenute le assunzioni a tempo pieno.Poi debbono essere anche assunzioni a tempo indeterminato: per i contratti a termine non c’è diritto di priorità.
    Cordiali saluti,
    Uneba

  9. In data 2 dicembre 2016 alle 13:59 Maury ha scritto:

    buongiorno,mi trovo perso, nel contratto uneba novembre 2010 agli art.25 disposizione di miglior tutela ecc. e art. 64 permessi retribuiti e non,ecc., venivano indicate le giornate retribuite relative alla legge 104/92. In questa edizione, ho trovato solo quanto riguarda il solo lavoratore invalido e non il coniuge con marito invalido. E’ una cosa voluta e si rimanda al testo di legge o non l’ho trovato io utilizzando il tasto “cerca”?
    grazie.
    maury

  10. In data 4 gennaio 2017 alle 21:34 bisagno ha scritto:

    @maury
    Lei cita articoli previsti nel precedente ccnl 2002 – 2005 e non in quello in vigore, che puo’ scaricare dal link presente in questa stessa pagina.
    Il ccnl in vigore (chiamato 2010-2012 e firmato nel 2013)rinvia totalmente, per quanto riguarda i permessi, all’ art.33 della L.5.02.1992 n. 104.

  11. In data 14 febbraio 2017 alle 09:34 Marzia ha scritto:

    Buongiorno,
    il consulente del lavoro ci ha appena comunicato che non verrà più pagata la malattia al personale dipendente per nuove disposizioni contrattuali.
    Ho cercato nel contratto ma non ho trovato riscontro a quanto affermatomi.
    Cortesemente mi fate sapere se vi sono state novità in tal senso e dove trovarle?

  12. In data 21 aprile 2017 alle 21:53 cristiana ha scritto:

    buonasera si puo sapere se i permessi possono essere accumulati ai r.o.l.

  13. In data 4 maggio 2017 alle 09:10 bisagno ha scritto:

    Non si può, perché nel CCNL Uneba non sono previsti permessi. Vi sono solo le RoL.
    Laddove si tratti di permessi “di legge” (lutti familiari, legge 104, malattia del figlio…) non escludiamo che si possano annettere delle Rol.
    Ma mentre i permessi di legge debbono essere dati nel momento che servono effettivamente, le RoL sono soggette a compatibilità con le esigenze di servizio, da verificare di volta in volta.
    Cordiali saluti,
    Uneba

  14. In data 5 maggio 2017 alle 10:54 monia cuter ha scritto:

    buon giorno vorrei qlc info…posso lavorare piu’di 6gg consecutivi?quanti “stacchi”tra un contratto e l’altro possono farmi? Grazie mille.

  15. In data 23 maggio 2017 alle 13:03 Helga ha scritto:

    Buongiorno,
    Sono un infermiera assunta da 2 anni in una struttura privata lombarda convenzionata , con contratto uneba tempo indeterminato full time, a settembre 2016 mi sono iscritta al corso di management e funzioni di coordinamento, ho concluso tutti gli esami e sto svolgendo il tirocinio di 500 ore presso il reparto dove lavoro, ho chiesto più volte di vedermi riconoscere una parte delle ore di tirocinio mentre svolgo servizio ma il nuovo capo personale mi ha detto che A ME NON SPETTANO LE 120 ORE DI PERMESSO STUDIO e addirittura ha fatto storie per quanto riguarda le 30 ore di assenza per svolgere gli esami… non so cosa fare!

Scrivi un commento