sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Contratto Uneba – Addetto polivalente, operatore di assistenza, addetto a mansioni promiscue

Se chi è assunto come ”addetto ad attività polivalenti” si occupa anche di assistenza agli ospiti, in che livello va inquadrato? Diventa automaticamente un “operatore generico di assistenza”?

Come decidere un lavoratore, nel rispetto del contratto nazionale Uneba, va inquadrato al livello 6° Super o al livello 5°?

Cosa sono le “mansioni promiscue” cui si riferisce l’articolo 39 del contratto Uneba, e a chi si applicano?

Sulle differenze tra operatore polivalente ed operatore di assistenza, i corretti inquadramenti e la gestione delle promozioni mettiamo a disposizione un approfondimento a cura della segreteria nazionale Uneba: lo trovate nella parte riservata del sito in corrispondenza di questa notizia.

23 Commenti presenti

  1. In data 10 novembre 2011 alle 08:15 vincenzo ha scritto:

    Salve,
    vorrei sapere se la vostra tipologia di contratto prevde anche la figura di infermiere (CPSI), e se si con quale livello?

  2. In data 15 novembre 2011 alle 18:26 bisagno ha scritto:

    Gli infermieri professionali sono al terzo livello super.
    cordiali saluti,
    redazione http://www.uneba.org

  3. In data 7 luglio 2012 alle 19:37 LEONARDA ha scritto:

    DESIDERO SAPERE SE NEL CONTRATTO AD ADDETTO
    ATT.POL.6 SUPER E’ PREVISTA LA QUARTODICESIMA MENSILITA’ ED IL PAGAMENTO DELLE FERIE NON GODUTE.
    GRAZIE

  4. In data 26 luglio 2012 alle 21:48 Uneba ha scritto:

    Gentile Leonarda, la quattordicesima mensilità spetta a tutti, indipendentemente dal livello, qualifica, mansione ecc.
    Le ferie non si possono pagare. Quelle non godute (fermo restando che 15 giorni debbono essere garantiti ogni anno) vanno accantonate e fruite successivamente, entro 18 mesi a partire dall’1/1 dell’anno successivo a quello di maturazione. Insomma c’è abbastanza tempo per smaltire l’arretrato.
    Cordiali saluti,
    segreteria Uneba

  5. In data 24 luglio 2013 alle 14:24 Gianluca Mansi ha scritto:

    Save gentilissima segreteria uneba lavoro oramai da quasi due anni presso una rssa in provincia di BT(barretta Andria Trani)ed ho un pensiero che mi tortura ogni volta che ricevo la busta paga,io sono un OSS a tutti gli effetti assunto come tale e facente tutte le funzioni che regolarmente mi spettano e solo che non vengo retribuito come tale.mi spiego meglio in busta paga c’è la dicitura OSS pero il livello e il 6,livello che da contratto non vede minimamente presente la figura dell OSS allora mi chiedo esiste o e mai possibile fare una cosa del genere ?ed eventualmente come posso intervenirve grazie per l aiuto o il consiglio immensamente grazie

  6. In data 5 agosto 2013 alle 18:39 segreteria Uneba ha scritto:

    Buongiorno, il corretto inquadramento dell’OSS (assunto come tale ed adibito ad OSS) è il liv. 4°(se assiste autosufficienti) o 4/super (se assiste non auto o situazioni miste).
    Cordiali saluti
    Uneba

  7. In data 31 dicembre 2014 alle 18:14 Fabio ha scritto:

    Buongiorno, lavoro come infermiere generico presso una struttura per anziani e sono stato inquadrato al livello 4°, è corretto o appartengo al 3° livello? Grazie

  8. In data 7 marzo 2015 alle 12:53 roberta ha scritto:

    Salve, vorrei capire meglio per necessità professionali (selezione) se chi è addetto alle attività polivalenti inquadrato al livello 6s svolge anche assistenza diretta alla persona.Grazie

  9. In data 20 marzo 2015 alle 09:48 bisagno ha scritto:

    @roberta

    Il CCNL Uneba prevede, al livello 6°Super, un “addetto ad attività polivalenti” senza particolari indicazioni circa le mansioni alle quali tale operatore debba essere adibito. Sappiamo solo dalla declaratoria di livello che deve trattarsi di “funzioni esecutive ausiliarie promiscue di supporto”.

    Senza dubbio, nella normalità la polivalenza corrisponde ad una pluralità di compiti tra quelli descritti agli inferiori livelli 6° e 7° (quindi escluso il servizio alla persona).

    Tuttavia in casi particolari il polivalente assolve anche compiti di assistenza agli ospiti. In taluni casi l’operatore polivalente rappresenta persino l’ unico profilo professionale presente (micro-organizzazioni).
    A parte tali casi, la regola da seguire è la seguente: pluralità di compiti tra quelli descritti al 6° e 7° livello.
    Sporadiche e modeste attività di assistenza agli ospiti (compatibili con la totale assenza di titoli). La sporadicità è supportata, ad esempio, dalla presenza in organico di operatori di assistenza.
    Altrimenti, se si vuole che “strutturalmente” gli interessati assistano gli ospiti, bisogna attribuire il 5° livello (=operatore generico di assistenza”), ma in questa operazione bisognerà adottare particolari accorgimenti per evitare di perdere le mansioni attuali.
    Cordiali saluti,
    Segreteria Uneba

  10. In data 2 luglio 2015 alle 15:22 Marco ha scritto:

    Salve, mi trovo ad assumere degli operatori oss in cooperativa, la dicitura del contratto è la seguente: inquadrato nella categoria OPERAI
    – la stessa svolgerà mansioni di : operatore socio assistenziale a domicilio, di natura non sanitaria.
    – sarà retribuita secondo le vigenti tariffe sindacali previste per la stessa categoria del relativo C.C.N.L.;
    Sono prestazioni socio assistenziali, anche se qui si parla di operatore socio assistenziale (OSA) può andar bene ? Ho obbligo di assumere solo OSS.
    Grazie in anticipo e complimenti per il servizio

  11. In data 16 luglio 2015 alle 16:42 bisagno ha scritto:

    @marco
    L’OSA è sicuramente figura (residuale) socio-assistenziale.L’inquadramento nella qualifica operai ha valore solo per l’Inps, per il resto non significa niente. In genere le regioni convenzionano gli operatori privati (es. cooperative) richiedendo l’utilizzo esclusivo di OSS,ma non sembra questo il caso. Quindi l’OSA va bene.
    Cordiali saluti,
    segreteria Uneba

  12. In data 25 agosto 2015 alle 11:53 max ha scritto:

    salve ,

    sono stato assunto come addetto alle attività polivalenti ,con un contratto uneba part time orizzontale 25 ore settimanali più 8 reperibilità interne , in una comunità di recupero da dipendenza . Vorrei sapere quante ferie posso maturare in un mese e se la mia retribuzione oraria corrisponde a 7,08 euro all’ora .

    vi ringrazio anticipatamente

    Max

  13. In data 8 settembre 2015 alle 22:17 bisagno ha scritto:

    Gentile Max, le trasmetto la risposta della segreteria Uneba
    Le ferie sono 164 ore annue; mensilmente si maturano all’incirca 13 ore e 40’: “all’incirca” perché il calcolo è grossolano e presuppone che si maturino ferie anche quando si è in ferie (mentre così non è). Durante la reperibilità interna non si maturano ferie.
    La quota oraria è (liv.6/super) €.1201,41 x 25:38 = 790,40:164=4,81.
    Cordiali saluti,
    redazione http://www.uneba.org

  14. In data 8 settembre 2015 alle 16:22 milla ha scritto:

    Salve,
    vorrei sapere a quale qualifica rientrano le mansioni di addetto ad attività polivalenti e assistente socio sanitario.
    Queste due mansioni fanno parte degli impiegati oppure si tratta di operai?
    Grazie

  15. In data 13 settembre 2015 alle 22:18 bisagno ha scritto:

    @milla
    Addetto attività polivalenti = 6° super. Assistente socio-sanitario (senza titolo)= 5°per i primi 24 mesi, 5°super dopo 24 mesi.
    Se si tratta del CCNL Uneba, la classificazione è unica e sono assenti le qualifiche operaio/impiegato.
    Cordiali saluti,
    Uneba

  16. In data 15 settembre 2015 alle 23:22 Gabriella ha scritto:

    buona sera ,sono operatrice di 6 livello (inserviente )in un rsa gestito da suore. Vorrei sapere se nelle mie mansioni rientra anche alzare gli ospiti allettati in posizione eretta per mangiare, e servire la colazione.Grazie

  17. In data 22 settembre 2015 alle 21:34 Gabriella ha scritto:

    attendo risposta grazie

  18. In data 26 settembre 2015 alle 06:38 bisagno ha scritto:

    @gabriella
    Si, se si tratta di attività di carattere sporadico, accessorio e complementare (art.38 CCNL)
    Cordiali saluti, Uneba

  19. In data 30 dicembre 2015 alle 00:37 rosanna ha scritto:

    desidererei sapere se l’addetta ai servizi di polivalente livello 6s deve fare le notti.Grazie

  20. In data 11 gennaio 2016 alle 13:13 Uneba ha scritto:

    @rosanna
    Le notti non c’entrano col livello di inquadramento. In teoria, tutti i livelli possono lavorare di notte, ovviamente con le dovute compensazioni .
    cordiali saluti
    Uneba

  21. In data 26 luglio 2016 alle 17:35 Cinzia ha scritto:

    Salve sono in operaia polivalente …però sono a contatto co anziani in una casa di riposo praticamente faccio la OSS …volevo sapere se si può fare?

  22. In data 4 ottobre 2016 alle 15:24 bisagno ha scritto:

    @cinzia

    Per fare l’OSS bisogna essere OSS. Cioè essere in possesso del titolo di studio.
    Nel suo caso, probabilmente per le sue mansioni Lei dovrebbe essere inquadrata in 6° livello, ma Le hanno dato il 6°Super per effetto del suo contatto con gli anziani, ma, verosimilmente, al massimo Lei fa saltuariamente assistenza generica, non l’OSS.
    Cordiali saluti,
    segreteria Uneba

  23. In data 14 ottobre 2016 alle 09:21 francesca ha scritto:

    Salve,nella casa di accoglienza anziani dove lavoro sono ospitati esclusivamente anziani autosufficenti e tutti gli OSS sono inquadrati al livello 4. Nel momento in cui un anziano gia ospite diventa non autosufficiente gli OSS devono tutti essere inquadrati al 4S?Grazie

Scrivi un commento